Tag: mental trainer torino

Marketing per Psicologi dello Sport

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Marketing per Psicologi dello Sport psicologo dello sport Torino psicologo dello sport psicologia dello sport torino mental trainer torino mental coach Marketing psicologi dello sport bskilled

Questo breve articolo è pensato per i colleghi Psicologi dello Sport che hanno bisogno di qualche consiglio per poter poter migliorare la propria strategia per essere più visibili sul Web, ovvero le strategie di marketing per psicologi dello sport.

La categoria degli psicologi (inclusi quelli dello sport) è solitamente un po’ restia all’uso della pubblicità, forse perché essendo un ambito di “salute” non viene naturale l’idea di dover “attrarre” clienti.

In realtà, è molto importante stare al passo dei tempi e conoscere le strategie per poter farsi conoscere e riconoscere per riuscire ad essere più visibili come professionisti. 

Queste sono le strategie di marketing per psicologi dello sport che noi utilizziamo e che vorremmo provare a condividere.

Fai rete

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Marketing per Psicologi dello Sport psicologo dello sport Torino psicologo dello sport psicologia dello sport torino mental trainer torino mental coach Marketing psicologi dello sport bskilled

 

Molto spesso si sente parlare dell’importanza del network tra colleghi, ma molto poco viene utilizzata questa modalità per riuscire a far crescere la propria attività. Forse per poca fiducia o perché si pensa che chiedere un consiglio venga visto come un qualcosa di negativo o intrusivo, spesso osserviamo una reticenza nel voler condividere le proprie esperienze con colleghi. Il nostro primo consiglio è quindi quello di contattare i colleghi in giro per l’Italia. Condividi le esperienze lavorative, prova a costruire dei progetti insieme per crescere non solo come singoli, ma per far crescere il movimento della Psicologia dello Sport.

Collegato a questo consiglio c’è il prossimo:

Partecipa a Convegni

Partecipa a Convegni di Psicologia dello Sport, nazionali o internazionali, può darti una grande mano per migliorare la propria visibilità. In primo luogo ti permette di trovarti faccia a faccia con colleghi di tutta Italia o Europa, e poi serve per poter accrescere le tue conoscenze.

Ogni anno ci sono vari Convegni, cerca quelli più adatti alla tua professione!

Parla del tuo lavoro

Si, questo può sembrarti un consiglio banale, ma in realtà è forse ancora il primo modo per poter far conoscere una professione che, almeno in Italia, non è ancora così conosciuta.

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Marketing per Psicologi dello Sport psicologo dello sport Torino psicologo dello sport psicologia dello sport torino mental trainer torino mental coach Marketing psicologi dello sport bskilled

 

Se ti capita di andare a manifestazioni sportive, entrare in contatto con atleti, società o associazioni sportive, non aver paura a presentarti e raccontare il tuo lavoro, magari portando con te un bigliettino da visita. Cerca sempre se ci sono, attorno a te giornate dello sport o altre manifestazioni dove sono presenti le società e presentati.

Sicuramente vedere la persona in prima persona che parla del suo lavoro ha molto più effetto che una telefonata o una mail di proposta.

Noi per esempio abbiamo scritto un libro per far conoscere il nostro lavoro e la nostra professione. Potrebbe essere un’idea!

Sii presente sul web

Altro tasto dolente. Molti di noi psicologi prendono il web ancora come un luogo oscuro dove è difficile poterci mettere mano.

In realtà per uno psicologo, e soprattutto uno psicologo dello sport, la presenza sul web è fondamentale. Cerchiamo però di chiarire cosa intendiamo come presenza sul web:

Se hai in mente che per essere presente sul web bisogna diventare per forza uno youtuber o un influencer di Instagram, non è la visione corretta. O almeno, non lo è se il tuo obiettivo è quello di farti conoscere da atleti o società sportive interessate al tuo lavoro. E’ quindi importante dotarsi di un sito web (Ecco qualche consiglio pratico).

Social Network

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Marketing per Psicologi dello Sport psicologo dello sport Torino psicologo dello sport psicologia dello sport torino mental trainer torino mental coach Marketing psicologi dello sport bskilled

 

Anche se, come dicevamo prima, non devi spaventarti dall’idea di diventare attivi sui Social Network, è importante prendere qualche accortezza…

I Social Network sono il tuo biglietto da visita. Non sono solo un modo per farti conoscere da gente nuova ma anche per continuare ad essere visibile da chi già di conosce. E’ importante sempre curare bene le tue pagine professionali cercando di inserire costantemente materiali interessanti tra i quali:

  • Articoli scritti da te
  • Articoli scritti da colleghi
  • Foto del tuo lavoro 
  • Foto “motivazionali”
  • Video tuoi dove parli di psicologia dello sport
  • Ecc…

Il consiglio che ti diamo è anche quella di seguire più pagine possibili che parlano di Psicologia dello Sport!

Fai bene il tuo lavoro

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Marketing per Psicologi dello Sport psicologo dello sport Torino psicologo dello sport psicologia dello sport torino mental trainer torino mental coach Marketing psicologi dello sport bskilled

Vero, anche questo consiglio può apparire scontato ma in effetti la miglior pubblicità è sempre data dal passaparola. Cerca sempre di rimanere aggiornato, formati costantemente, mettiti alla prova con nuove sfide e fai vedere la tua passione ad ogni lavoro che fai per fare in modo che la tua nicchia di clienti sportivi cresca sempre di più e siano loro stessi a parlare bene di te.

Non sottovalutare l’importanza di una singola serata di presentazione, anche gratuita. A più persone dimostrerai la tua professionalità, più sarà ampio il bacino di utenza che si rivolgerà a te per cercare un professionista della Psicologia dello Sport.

Ovviamente questi sono piccoli tips che ci vengono in mente per poter dare una mano a chi si sta approcciando o vuole ampliare il proprio numero di clienti sportivi. Se vuoi approfondire questa parte della tua professione, organizziamo corsi modulari sul marketing per psicologi dello sport oppure abbiamo un corso base e avanzato per diventare psicologo dello sport!

 

 

4 consigli per migliorare l’esperienza sportiva per adolescenti

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance 4 consigli per migliorare l'esperienza sportiva per adolescenti psicologia dello sport torino mental trainer torino Importanza di fare sport adolescenti e sport adolescenti e psicologia dello sport

4 consigli per migliorare l’esperienza sportiva per adolescenti

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance 4 consigli per migliorare l'esperienza sportiva per adolescenti psicologia dello sport torino mental trainer torino Importanza di fare sport adolescenti e sport adolescenti e psicologia dello sport

 

Ormai è risaputo che lo sport fa bene in ogni età e i benefici dello sport sono vari, dal punto di vista fisico, sociale e mentale. Possiamo però dire che una delle fasi cruciali nella crescita della persona sia l’adolescenza. Durante la fase adolescenziale, i cambiamenti del ragazzo o della ragazza possono provocare dei momenti di crisi. Lo sport quindi può essere un grande aiuto nel supporto dell’adolescente.

Come fare per rendere l’esperienza sportiva per adolescenti una fase di crescita positiva e utile per la vita dei ragazzi?

Ecco 4 consigli utili per società e genitori:

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance 4 consigli per migliorare l'esperienza sportiva per adolescenti psicologia dello sport torino mental trainer torino Importanza di fare sport adolescenti e sport adolescenti e psicologia dello sport   Divertimento e atmosfera costruttiva

Il modo migliore per far crescere gli adolescenti all’interno dello sport è quello di creare un ambiente sportivo costruttivo e sereno. Il compito degli allenatori sarà quindi quello di impostare gli allenamenti in modo tale da sviluppare un senso di auto-efficacia lavorando su feedback focalizzati non solo sulla critica ma anche sugli aspetti positivi. Anche il clima di competizione all’interno del gruppo è importante ma non deve diventare intollerante per i ragazzi. In un’età in cui il confronto sociale è preponderante, la pressione all’interno della squadra non deve essere essere troppo alta ma stimolare una crescita graduale di tutti.

Adeguato coinvolgimento dei genitori

Il coinvolgimento positivo e appropriato dei genitori può essere cruciale per il successo del ragazzo nello sport e nella vita. La chiave, però è trovare un equilibrio tra un coinvolgimento positivo e un eccessivo controllo. Il ragazzo deve considerare i genitori come un supporto e non come un’ulteriore fonte di critica o di ansia. Il genitore dovrebbe aiutare il ragazzo a superare momenti di difficoltà e ad avere aspettative realistiche.

Incoraggiare il ragazzo a vedere lo sport come una sfida sana è una splendida possibilità di crescita per una vita affrontata con competenze e fiducia.

Avere un punto di riferimento positivo

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance 4 consigli per migliorare l'esperienza sportiva per adolescenti psicologia dello sport torino mental trainer torino Importanza di fare sport adolescenti e sport adolescenti e psicologia dello sport   Il ragazzo o la ragazza che trova, all’interno della società o anche al di fuori, un punto di riferimento positivo, può avere un grande sostegno nello sport ma anche nella vita. Un “mentore” non solo aiuta a migliorare le capacità tecniche e atletiche, ma può essere un grande sostegno sociale.

Solitamente questo mentore può essere un metro dello staff, un atleta più grande o anche un ex-atleta della sua disciplina.

Un grande risultato sarà che, apprezzando l’esperienza, l’adolescente stesso si trasformerà in un punto di riferimento per qualcuno che ne avrà bisogno in futuro.

Focalizzarsi sulle Life Skills trasferibili nella vita

Lo sport favorisce lo sviluppo di Life Skills che possono essere trasferite in diversi ambiti della vita, dalla scuola all’ambiente sociale.

Esempi di Life Skills possono essere:

Cooperazione
Comunicazione
Empatia
Risoluzione del conflitto
Capacità di leadership
Gestione del tempo
Il processo decisionale
Capacità di performare sotto pressione.
Acquisire una crescita in queste capacità fondamentali permette all’adolescente di poter performare meglio nello sport, ma anche di portarsi, per tutto il resto della sua vita, alcune caratteristiche lo aiuteranno a diventare un uomo o una donna di successo nel lavoro e nella vita privata.

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance 4 consigli per migliorare l'esperienza sportiva per adolescenti psicologia dello sport torino mental trainer torino Importanza di fare sport adolescenti e sport adolescenti e psicologia dello sport

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci su info@bskilled.it

Definizione degli obiettivi

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Definizione degli obiettivi Torino psicologo dello sport Torino obiettivi mental trainer torino mental coach torino mental coach goal setting

GOAL SETTING

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Definizione degli obiettivi Torino psicologo dello sport Torino obiettivi mental trainer torino mental coach torino mental coach goal setting

Quando si parla di sport o anche di azienda, un concetto molto importante per poter raggiungere il risultato che ci si prefissa è un lavoro di goal setting, ovvero di definizione degli obiettivi.

Sovente può succedere infatti che un atleta, una squadra, o un team di lavoro abbiano un obiettivo da raggiungere ma che quest’obiettivo sia poco efficace per mantenere alta la motivazione.

Infatti,  perché un obiettivo sia efficace, deve permettere all’individuo di mantenere alta la motivazione nel cercare di realizzarlo.

Cosa sono gli obiettivi?

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Definizione degli obiettivi Torino psicologo dello sport Torino obiettivi mental trainer torino mental coach torino mental coach goal setting

Gli obiettivi sono ciò che un atleta cerca di raggiungere tramite la propria prestazione.

Sono cessi, infatti a creare motivazione nell’essere umano poiché più l’obiettivo è vissuto come importante, più gli atleti, o chiunque, saranno motivati a fare il massimo per cercare di raggiungerlo! Quando nello sport o nei team di lavoro si vuole lavorare sulla motivazione, quindi, è fondamentale cercare di lavorare sugli obiettivi.

Un buon lavoro di goal setting, infatti, oltre all’influire sulla motivazione dei singoli, influisce anche sulla coesione di un gruppo (sportivo o di lavoro); infatti, quando all’interno di una squadre si riesce a creare un obiettivo comune a tutti i membri,  è più semplice sviluppare unione e coesione nel cercare di raggiungerlo.

Come definire gli obiettivi?

Per aiutarvi nella definizione degli obiettivi, esiste un modello semplice ma efficace da seguire:

BSKILLED - Psicologia dello sport e della performance Definizione degli obiettivi Torino psicologo dello sport Torino obiettivi mental trainer torino mental coach torino mental coach goal setting

Il modello SMART:

  • Specific (Specifici): Gli obiettivi devono essere il più specifici possibile. Per capire se abbiamo raggiunto o meno un obiettivo, infatti, è importante che esso sia chiaro (es: “superare il mio record di 3 secondi”) e che non sia troppo generale (es: “l’obiettivo è migliorare la mia prestazione”).
  • Measurable (Misurabili): Legato al concetto di prima, più un obiettivo è misurabile (numerico), più è facile poter capire se, dopo una competizione o una stagione, si è raggiunto o meno l’obiettivo prefissato.
  • Attainable (Accessibili): Per essere efficace è fondamentale che un obiettivo sia accessibile, cioè che, pur quanto sia sfidante, l’atleta o il gruppo possa riuscire a raggiungere. Fissarsi un obiettivo impossibile da realizzare, infatti può portare malumore, perdita di auto-efficacia e frustrazione nell’individuo.
  • Relevant (Rilevante): Come visto prima, l’obiettivo deve essere importante e sfidante per l’atleta; con un obiettivo troppo facile da raggiungere o uno non fondamentale per l’atleta o per il gruppo infatti, è facile che ci sia una perdita di motivazione e un abbassamento del livello di attenzione e concentrazione.
  • Time-Bounded (Legati al tempo): Una caratteristica fondamentale per obiettivi efficaci è la variabile tempo; è importante, infatti, chiarire molto bene le tempistiche in cui si intende raggiungere questi obiettivi. Se l’obiettivo ha una scadenza a lungo termine (per esempio le Olimpiadi sono ogni 4 anni), è importante definire anche gli obiettivi a medio e breve termine cioè obiettivi con tempistiche più vicine che sono da considerare come tappe per poter raggiungere l’obiettivo più importante.

 


Se volete approfondire la tematica legata al goal setting, volete provare a creare i vostri insieme ad uno psicologo dello sport o volete avere informazioni sui nostri percorsi di mental training, scriveteci pure a info@bskilled.it